Carlazzo (CO): Ricognizione per la seconda tappa ECL 2017

27/05/2017 (Sabato) – La seconda tappa della Enduro Cup Lombardia 2017 si svolgerà domani a Carlazzo, in provincia di Como, non molto lontano da Porlezza.
Stamattina, insieme a Simone e Stefano (Gravity Team), proverò le PS cercando di capire come guadagnare tempo nei passaggi più difficili, anche se io non gareggerò! Teoria e pratica insomma 🙂Alle 7:15 sono già in auto, “solo” 70 km mi separano dal luogo di ritrovo, ma bisogna percorrere un bel tratto di SS340 Regina, meglio partire prima.
Dopo 75 minuti arrivo a Gottro, poco sopra a Carlazzo. Simone è già lì che aspetta. Attendiamo anche Stefano, ci prepariamo e saltiamo subito in sella. Evitiamo di partire da sotto come prevede la gara, tanto si passa sempre da qui.

Questa tappa dell’ECL 2017 è breve, sono 25 km x 1200 m di dislivello. Tra me e me continuo a ripetermi se le PS ripagheranno il viaggio fino a qui… mmmh.
Di certo il panorama merita, è una bella zona. Pedalando per andare a prendere lo Start della prima discesa s’intravede il Lago di Como e il Lago di Lugano. Proprio sotto di noi c’è il Lago di Piano, non molto grande, infatti non sempre è visibile.

Fortunatamente (per me) le risalite sono abbastanza corte, circa 40/50 minuti. Per la PS1 si sale anche su strada sterrata, per pochi minuti però. Piccolo strappetto a spinta in salita e arriviamo ad un’antenna.
Ci mettiamo le protezioni e iniziamo la prima prova speciale di Carlazzo: la PS1 Antenne.
Fin da subito sia io che Stefano non abbiamo molta confidenza col terreno, è molto asciutto e polveroso. Simone dopo un paio di curve già non si vede…
Rischio subito di inchiodarmi su un albero, nonostante tirassi i freni le ruote continuavano a girare. La pendenza non è eccessiva ma si fa sentire, infatti tutte le PS di oggi sono corte, max 8 minuti.
Ci fermiamo sui passaggi più “difficili” per trovare la traiettoria migliore, anche se di difficile qui non c’è molto, si potrebbe affrontare tutta a vista.
Approfitto di una “pausa” per sgonfiare le gomme, per tentare di risolvere il poco grip… ma niente! Oggi non va!
Verso la fine si spunta su asfalto, breve tratto e poi si torna nel bosco. Al primo bivio si tiene la destra e si continua fino al “Finish”.
Video della  PS1 Antenne:

Ora risaliamo per la stessa strada, seguiamo le indicazioni scritte sull’asfalto e dopo circa 50 minuti siamo allo Start della 2.
Nella seconda risalita stavo già perdendo più terreno rispetto a prima (ahia).
Rimettiamo i caschi e iniziamo la PS2 Gabi.
La partenza è stata buona, il terreno sembrava migliore fino ai 2 salti (chiusi per la gara), poi polvere e fümera ovunque.
Ci fermiamo anche qui, prima su un piccolo “road gap”

Simone Volante

e poi in una piccola S in discesa con radici. Qui c’è poco da fare… bisogna frenare!
Questa PS mi è piaciuta nonostante la polvere, abbastanza veloce e con qualche saltino. Il finale un po’ assurdo, tornante secco a destra su una sterrata con ghiaia, 20 metri e “Finish”… mmmh
Video della PS2 Gabi:

Ora è il turno dell’ultima risalita, inizio a sentire un po’ di stanchezza, mista anche al poco entusiasmo forse per le PS poco riuscite non mi fanno tenere il ritmo dei “colleghi” di pedalate. La risalita è poco più lunga delle prime, si continua anche su un pratone, un finto campo da volley e da qui inizia l’ultima PS, la Palù.
Anche questa poco meno di 5 minuti, l’abbiamo fatta senza fermarci, non è complessa, bisogna seguire solo il tracciato e basta.
In alcuni punti ho dovuto rallentare parecchio per evitare di finire nella nebbia. Questa PS dopo una leggera pioggia potrebbe essere interessante, non è neanche troppo pendente e non ci sono sassi o rocce su cui scivolare. Tranne sul finale, dopo il cartello di fine PS:
per raggiungere l’asfalto c’è un singletrack dritto, ti viene voglia di mollare i freni ma l’anteriore va dove vuole praticamente, ho rischiato abbastanza…
Video della PS3 Palù:

Non molto soddisfatto per le PS ma contento per aver “studiato” e per aver trovato una bella zona da visitare a piedi!

E’ presto, non sono nemmeno le 13:00, approfitto dell’orario buono per evitare il traffico e partire subito!
Saluto Stefano e Simone che rimangono qui per la gara di domani e parto, guardano il lago di Piano dallo specchietto.

Faccio come sempre i complimenti agli organizzatori che hanno pulito tutte le PS e hanno segnalato i “pericoli” e ringrazio la compagnia per il giro e per avermi atteso 🙂

PS. Simone porta a casa un ottimo 5° posto assoluto 😉
Nonostante l’abbia provata solo una volta!!!

TRACCIA GPS (24 km / + 1100 m di dislivello) :

Scarica

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.