Tavernerio (CO): Campionato italiano di Enduro – ECL 2017

14/04/2017 (Venerdì) – Come di consueto mi ritrovo a percorrere delle Prove Speciali di gare che non farò, insieme a 2 componenti del Gravity Team: il Franz e il Simo.
Tra pochi giorni ci sarà la prima tappa dell’Enduro Cup Lombardia 2017, quest’anno valida anche per il titolo di campione italiano di enduro. Il 22 e 23 aprile ci sarà un bel casotto a Tavernerio!
Qui a Tavernerio insieme al team Mytrails ci siamo già passati parecchie volte, (clicca QUI per i report precedenti) però in occasione di questa tappa importante, hanno realizzato 2 nuove PS: la “Pinera” e la “Dosso Fragorato”.
Sono davvero curioso di provarle!

Ritrovo fissato per le 8:30 a Solzago, nei pressi della chiesa. Siamo vicino a Pasqua, meglio partire prima per evitare il casino. Infatti siamo tutti in anticipo e alle 8:30 abbiamo già il c**o sulla sella.
Decidiamo di levarci subito dalle balle la risalita più lunga: 11 km di asfalto che ci porteranno al traversone sotto la baita Bondella.

Arriviamo allo start della PS3 “Boletto” in circa 90 minuti.
Questa la conosco quasi a memoria, almeno… fino a metà!
La maggior parte dei biker (come noi) la percorre fino all’incrocio con la risalita delle altre PS, solo una volta l’ho fatta tutta e da quello che ricordo è tutta flow con traiettorie intuibili a vista.
Ecco il breve video di metà PS3 “Boletto”:

Finita la PS3 ci togliamo i caschi e pedaliamo fino all’inizio della PS2 “Bolli”, anche questa già vista in passato.
Migliorata e pulita, come nella discesa precedente, si possono mollare i freni e lasciar correre la MTB. Sono pochi i punti dove bisogna rallentare, ci fermiamo appunto in questi passaggi per studiarli e provarli.
Video della PS2 “Bolli”:

Arrivati a fine discesa ci fermiamo nei pressi di un capannone per liberarci dalle protezioni, guardiamo a destra e ora inizia il bello… ci aspetta una risalita spezza gambe e anima!
Penso abbia la stessa pendenza di un passaggio per uscire dal box di casa. La pedalo finché riesco, dopo 15 minuti mi ritrovo già a fare trekking, mi consola il fatto che l’80% dei biker la fa a spinta!
In 40 minuti arriviamo nello stesso punto di prima, ovvero allo Start della PS2 “Bolli”.

La Bolli e la nuovissima PS4 “Pinera” hanno in comune il primo pezzo, dopo il lungo tratto pedalato in falso piano, si separano:
la PS2 scende verso sinistra, la PS4 invece procede verso destra.
Niente male come trail, tutta guidata e flow, non molto veloce… ci sono già alcuni tagli tra le piccole curve, penso si possano usare in gara.
Occhio a non farsi prendere troppo la mano che gli alberi non si spostano, in più occasioni ho rischiato di lasciare le spalle attaccate ai tronchi. 🙂

Niente male, si vede che è nuova nuova, il terreno è ancora bello morbido.
Attenzione a non sbagliare in un passaggio, io e Franz abbiamo cannato in pieno, nel video si vede bene!
Video della new PS4 “Pinera”:

Arriviamo sempre al capannone, ci spogliamo e iniziamo la nostra ultima risalita per fortuna! Secondo me è meglio farsi 2 volte gli 11 km su asfalto che essere asfaltati da questa rampa da 40 minuti!
Arriviamo (io esausto) all’inizio delle PS precedenti e ci riposiamo, in attesa di un biker del posto, Marcello, che ci mostrerà l’altra new entry per questo evento: la PS “Dosso Fragorato”

Ripartiamo lasciandoci alle spalle lo start della PS2, pedaliamo per 5 minuti e raggiungiamo uno spiazzo. Ci siamo!
Inizia soft, sulla falsa riga della “Bolli”, dopo 90 secondi circa inizia ad essere più tortuosa, le rocce affiorano dal terreno e si passa per un piccolo canyon, studiamo un passaggio con salto e proseguiamo.

Simone entra di prepotenza nel canyon

E’ tutta dritta, ma questo non vuol dire che sia facile, anzi…
Il fondo è molto sconnesso, si salta da un gruppetto di rocce all’altro, ogni tanto ci sono delle deviazioni appunto per evitare che sia tutta dritta! Il finale è devastante: un bel “rock-garden” con 2 linee da scegliere e lastrone di pietra sul traguardo!
Bellissima! Mai fatta una discesa così violenta! Veloce ma sconnessa… bella bella!
Ecco il video della “Dosso Fragorato”:

“Una discesa nazista” cit. Franz

Traccia GPS (34 km / + 1600 m di dislivello)

Scarica

Durante la prima risalita

Giornata epica, sono molto soddisfatto! Ho pedalato (per me) parecchio e ho imparato un po’ di cose. Grazie Simo 😉
Complimenti al gruppo Bike&Co. per aver reso questi trail spettacolari! Grandi ragazzi!

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.