Parco Pineta: XC con la Patrol

18/12/2016 (Domenica) – Oggi niente Enduro/All Mountain, ho bisogno di fare fiato e gamba. Il Parco Pineta di Appiano Gentile è l’ideale con i suoi innumerevoli su e giù, strappetti alternati a tratti in piano.
Mi trovo con 2 amici (ex stradisti) per le 10:00. Oggi fa un bel frec (-6°C). Meglio così, il terreno rimarrà ghiacciato per un po’ e non ci sporcheremo molto.

Solitamente entriamo da dietro le piscine di Mozzate, oggi mi faranno vedere una nuova entrata: si risale tutta la via Schina e si entra da lì, praticamente si sta verso Limido Comasco, si passa accanto a Cascina del Poggio e poi si rientra sulla “strada rossa”, il MO1.
Tengo bene il ritmo, fortuna che loro non escono da un po’, e li seguo senza troppi problemi. A parte il cambio che saltella! :-/
Incontriamo una corsa podistica di Babbi Natale, Valerio si fa strada tra di loro gridando: “Destra”… “Sinistra”, senza ringraziare o salutare, si vede che arriva dalla strada.
Infatti gli grido più volte che è un delinquente e gli faccio capire come si fa. Tzè, stradisti…

Ci avviciniamo a Carbonate e dopo circa un’ora è ancora tutto ghiacciato, nonostante picchi un sole primaverile.

Arriviamo alla salita chiamata “crocefisso” e cerchiamo a turno di farla, per più e più volte, senza successo. Troppo scavata e rovinata da acqua e cavalli.
Raggiungiamo lo “Stagno del proverbio”, continuiamo verso Cascina Bartolomeo e qui incontriamo una carovana di “XCisti” che sfreccia nel senso opposto al nostro. Noi rallentiamo ma il primo del gruppo no, pedala e si lamenta anche, perché fatica a passare… che caratterino (testa di c***o).
Gli altri invece passano e salutano.

Continuiamo il nostro giro e iniziamo a tornare verso casa.
Il Parco serve molto per allenarsi ma dopo un po’ diventa noioso, soprattutto con una bici tipo la Patrol, non adatta a questo genere di “tour” anche se si mangia qualsiasi cosa. Se poi incontri certa gente… ti passa proprio la voglia.

Ripassiamo davanti all’osservatorio e torniamo a Mozzate, uscendo nei pressi del campo sportivo.
2 ore di allenamento con le gambe quasi sempre a mulinello, ogni tanto ci vuole.
Ringrazio Mirko e Valerio che mi hanno aperto la strada e mi hanno fatto “l’inganno del copertone” (un ramo a forma circolare e io ci sono cascato) 🙂

Pineta, per un po’ non ci rivedremo… anche se sei stata la mia scuola!

Video:

Screen del giro:
schermata-2016-12-27-alle-14-16-16

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.