Monte Bar: La Vigilia con (le) Ruote Sporche

24/12/2016 (Sabato) – Una bella pedalata prima di iniziare a spaccarsi di cibo ci sta tutta.
Grazie a Youtube, un paio di settimane fa sono stato contattato da Davo, uno degli amministratori di un gruppo di biker:
Ruote Sporche
Organizzano sempre qualcosa e mi hanno invitato a partecipare ad una pedalata prima di Natale, al Monte Bar.
Già visto in passato con il Team MyTrails e sempre odiato.
Però piuttosto che non fare nulla, andiamo al Bar dai! 😉
Il ritrovo è fissato alle 9:00 dietro al campo sportivo di Tesserete (Capriasca), in un comodo parcheggio libero.
Arrivo in anticipo, oggi non c’è nessuno in strada, poco dopo arriva Davo. Ci presentiamo e aspettiamo gli altri.
Arrivano altre 2 auto: Lorenzo (già conosciuto tempo fa al Gravity Bike Lab), Giuseppe e Luigi (altro amministratore del gruppo).

Alle 9:30 siamo in sella. La salita è la stessa che ha affrontato il Team MyTrails. Questa volta senza vento e con una temperatura perfetta.
Saliamo tranquilli, chiaccherando e scherzando… ripassando anche un po’ di tecnica, visto che Luigi ha fatto un corso di guida MTB a Ispra. E’ saltato fuori anche che questo blog è stato visitato anche da loro, per scaricare le tracce di Tavernerio. 🙂

Dopo circa 2 ore e 30 di pedalata l’asfalto finisce e in lontananza si vede la capanna del Monte Bar, recentemente ristrutturata e si gode di un bel panorama sul basso Ticino.

Lago di Lugano
Lago di Lugano

Ci fermiamo qualche minuto per ricompattare il gruppo e prendere fiato

Leader del secondo gruppo
Leader del secondo gruppo: Lorenzo

Riprendiamo a pedalare e dopo pochi minuti raggiungiamo la capanna. Facciamo conoscenza con una simpatica cagnolina, entriamo e facciamo una bella pausa pranzo al calduccio: panini, tè caldo e frutta. Visto che fuori iniziava a tirare un po’ di vento (che palle…)

Lorenzo e Luigi Natale
Lorenzo e Luigi Natale
I nostri mezzi alla Capanna del Monte Bar Ph. Davo
I nostri mezzi alla Capanna del Monte Bar
Ph. Davo

Siamo pronti e sazi per riprendere il giro. Torniamo indietro per circa 1 km e prendiamo il primo sentiero che sale sulla destra, saliamo in “cresta” spingendo le MTB

'zzo ridi che non stai pedalando?
‘zzo ridi che non stai pedalando?

Arriviamo sul punto più alto di questo versante e ci prepariamo a scendere. Senza fare troppo rumore perché siamo in compagnia…
img_20161224_132252

e intanto Lorenzo Natale festeggia la conquista della vetta

Yess!!
Yess!!

Bene, siamo pronti. Dobbiamo scendere dritti fino al Motto della Croce per poi tagliare sulla sinistra. Dritto per dritto insomma!

Per di là!
Per di là!

Iniziamo a scendere, le ruote vanno dove vogliono. Ci sono ciuffi d’erba duri come macigni. Puntiamo il Lago di Lugano, davvero bello questo pezzo. Arriviamo alla croce con solo un piccolo “ribaltamento controllato” 🙂
Come detto prima, svoltiamo a sinistra e poi tagliamo ancora giù dritti, seguendo la linea delle fontane presenti sul versante.
Il sentiero poi piega verso destra e finalmente si vede ben segnato un single track. Si passa di fianco ad una piccola baita che penso tutti vorrebbero in quella posizione
baita

e si segue il sentiero. Piccolo tratto in contro-pendenza e poi si inizia a “ballare”. Solo per poche centinaia di metri però, nulla di troppo difficile.

Davo apre le "danze"
Davo apre le “danze”

Piccolo tratto di radici e rami (ho tirato su un albero con la ruota) e raggiungiamo i primi casolari.
Non manca molto alla fine.
Continuiamo a seguire il sentiero più marcato, ogni tanto ci fermiamo per ricompattarci e capire la traccia dov’è diretta.
Ad un bivio con cartelli (sempre ben visibili) seguiamo per Tesserete.
Proseguiamo e nei pressi di un altro casolare ci accorgiamo che abbiamo sbagliato strada poco più sopra, dovevamo tenere la destra e rimanere nel sentiero sotto più ampio.
Fatto se non ricordo male con Davide e Daniele tempo fa.

Nessun problema, continuiamo lo stesso e arriviamo sempre sul sentiero principale.
Piccolo tratto di Urban Downhill e raggiungiamo la casa dove dimora un mega cane (Leonberger). Lo ricordavo molto bene  🙂
immagine-2

Lasciamo la sua casa sulla destra, piccolo drop, 4 tornanti in fila e arriviamo sull’asfalto… già finita! 🙁
Peccato è stato divertente!

Ritorniamo alle auto contenti e neanche troppo stanchi! Se fosse stata estate, con le giornate più lunghe si sarebbe potuta rifare, con una piccola risalita in auto 😉

Video:

Bel, giro! Potrebbe davvero interessare ai soci MyTrails, da casa sono “solo” 55 minuti, piuttosto che andare sempre verso Varese si potrebbe passare di qua qualche volta facendo questo giro.

Grazie al gruppo Ruote Sporche per avermi invitato a questa uscita pre-natalizia!
Molto simpatici e buoni pedalatori! Alla prossima! 😉

Traccia GPS (26 km / + 1140 di dislivello):

Scarica

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.