Andermatt: Escursione senza meta sopra la nuova ferrovia del Gottardo

26/11/2016 (Sabato) – La stagione “trekking” sta per volgere al termine, inizia a farsi viva la neve sopra i 2000 metri (era ora).
Diamo un occhio alle previsioni/webcam e scegliamo di stare verso il centro-sud della Svizzera, appena dentro al Canton Uri per l’esattezza. Andermatt, dove tempo fa  i miei sciavano, quando i prezzi erano ancora accessibili anche ai comuni mortali.

Partiamo verso le 8:30, dopo 2 ore di strada e il lungo tunnel del Gottardo prendiamo subito l’uscita per Andermatt.
Attraversiamo il paese e verso la strada che porta a Hospental troviamo un buon posto per parcheggiare.
Temperatura esterna 2°C. Come al suo solito, Anna, ha bisogno di “un mese” per ambientarsi per poter scendere dalla macchina.
Mentre si prepara ho il tempo di scattare qualche foto e agganciarmi ai satelliti per la traccia gps.
andermatt-3

Non sappiamo dove andare , avevo guardato 2 sentieri che sembravano alla nostra portata, uno di questi inizia proprio dietro di noi, l’altro invece dalla parte opposta del paese.
La scelta mi sembra ovvia, ci mettiamo in marcia e arriviamo all’inizio ufficiale del sentiero.
andermatt-4

So soltanto che in “cima” ci sono gli arrivi dei vari impianti sciistici che partono proprio da Andermatt e un paio di bar.
Noi siamo qui per camminare, lasciamo la stazione alla nostra destra e prendiamo il sentiero che sale dolcemente, parallelo alla strada che porta a Hospental
andermatt-5

Pian piano iniziamo a lasciarci alle spalle il paese, ora iniziano ad esserci degli ostacoli, non è più bello piatto ed erboso come prima, ma non importa, siamo allenati 😉

Man mano che si sale, il sorriso sul volto di questa ragazza pian piano scompare…

Affrontiamo anche delle belle scalinate, inizia ad essere interessante questo posto, ottima scelta.
La pendenza si fa sempre più importante e inizia una piccola serie di tornantini che ci porta a circa 1800 metri di altezza, dove il sentiero piega di netto quasi a 180°. Si cammina nella direzione opposta, quindi torniamo verso Andermatt, in salita ovviamente 🙂
andermatt-21

Da qui in poi iniziano i rallentamenti: begli strapponi pendenti e della neve sul sentiero.
Piano piano “legati” con la cinghia dello zaino proseguiamo. Passi corti e ben piantati a terra.
Con gli scarponi, nei micro-nevai faccio piccoli gradini per agevolare la morosa nell’ascesa… (anche se mi sento dire lo stesso che sono cattivo)
Uno sguardo indietro:

Non so se si capisce quanto tira...
Non so se si capisce quanto tira…

Uno sguardo avanti:
andermatt-25

Ci concediamo una piccola pausa, guardo la mappa e vedo una linea tratteggiata che corre sotto di noi.
Penso che sia sbagliata, visto che la funivia è più avanti di 200 metri almeno.
Faccio scorrere un po’ e capisco cos’è! E’ la nuova ferrovia del Gottardo, AlpTransit inaugurata lo scorso giugno.
E’ a circa 700 metri sotto di noi. Pazzesco!
immagine

Continuiamo a camminare e vediamo la funivia, c’è anche una croce e Anna la interpreta come arrivo.
In teoria il sentiero andrebbe avanti salendo verso destra, ma la neve a terra è in aumento e ormai sono le 13:00.
Direi che per oggi può bastare.

Zoommata sulle macchine e i campi da golf
Zoommata sulle macchine e i campi da golf

andermatt-29

Ci accampiamo nel vero senso della parola, con tenda coperta e thermos. Ci attende una comoda pausa pranzo al calduccio.

Arrivano le 14:00, è ora di scendere. Usciamo dal riparo (“che frecc”) sistemiamo e ci parte l’autoscatto di rito

"Va ma in bei!"
“Va ma in bei!”

Ci aspetta una discesa abbastanza impegnativa, almeno per il primo pezzo dove c’è la neve, poi si può accelerare il passo, stando attenti a non scivolare sui gradini umidi delle scale in legno.
In circa 80 minuti siamo giù, sulla strada, ci concediamo un giretto in questo bel paese svizzero
andermatt-39

andermatt-40

Facendo anche simpatici incontri:
andermatt-41
andermatt-42

Alla fine ci siamo chiariti e ognuno per la sua strada… 🙂

E’ stata una gita strana, siamo partiti con l’idea di fare poco o comunque 4 passi e invece abbiamo camminato per 8 km e sopra al AlpTransit… mica male! 😉

Traccia GPS (8 km / + 600 metri di dislivello):

Scarica

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.