Monte Martica: in cima 2 volte con MTB

05/12/2015 (Sabato) – Impegni pomeridiani però  ho tanta voglia di pedalare e altrettanta di scendere in picchiata da una montagna.
L’unica soluzione è alzarsi presto e dirigersi verso il M.te Martica noto ormai a tutti i visitatori di questo blog, visto che ne abbiamo parlato più e più volte nel corso del tempo.
Qui l’articolo completo che “racconta” questo monte:

InteressantissiMartica (Monte Martica MTB)

In sella alle 8:30, prima risalita bella impegnativa, non sono più abituato a pedalare in pendenza con fondo sconnesso, era ancora umido e scivoloso, in alcuni punti ancora ghiacciato. Non fa molto freddo, ci sono 5°C. Però quasi a metà strada mi accorgo che a breve verrò inghiottito dalla nebbia.IMG_20151205_102751

Riparto scappando dalla “scighera”  e alle 9:30 sono sotto il punto panoramico, dove inizia la discesa.

Pronti?
Pronti?

Merendina, protezioni e giù, nessuna difficoltà a parte l’anteriore che oggi tende ad andare dove vuole.
Sbuco all’Alpe Ravetta intorno alle 10, tolgo casco e protezioni e risalgo (con più calma 😉 )
Arrivo su ancora alle 11, ma questa volta raggiungo il punto panoramico, mica che poi dicono che non sono andato alla Martica solo perché non sono passato per la croce, ahahah!

Croce Freeride
Croce Freeride

Merenda e mi dirigo verso l’inizio della discesa, qui incontro un biker gli chiedo da dove scende, ci bardiamo, io però non metto i guanti, ho quelli invernali e fa “caldo” e nella prima discesa mi hanno dato un sacco fastidio (Errore!)
Scendiamo praticamente insieme fino al tornante, quando mi guarda e mi chiede se per caso sono il tizio del blog mytrails, stupito mi fermo a chiaccherare con lui per un po’.
Ripartiamo e ci salutiamo poco dopo, io questa volta scendo per il “poligono”, lui andrà dritto per “roccette”.
Arrivo nei pressi di Pian Valdes, tolgo le protezioni e riparto in salita per raggiungere il tornate da cui parte la discesa che solitamente facciamo con gli altri soci.
Paninazzo e giù!
Subito dopo il primo pratone, nel pezzo dentro la pineta ci piazzo giù un bel voletto!
Complice la stanchezza e un sasso che prima non avevo visto, mi si chiude lo sterzo proprio prima di un droppino e sbam! La bici rimane lì e io vengo catapultato in avanti: giù la mano (senza guanto) – gomito – spalla – testa – rotolo 2 volte – mi alzo – rido – mi accorgo di essermi aperto la mano – non rido più!

Azzo...
Azzo…

Va beh… “fa parte del gioco” 😉
Rimetto un guanto, controllo la mtb,  ultima parte di discesa e fine!

Traccia GPS:

Scarica

Ne è uscito un bel giretto e in più ho tutto il pomeriggio a disposizione 😉
Ringrazio Andrea, con la sua bellissima Norco, per il suo feedback positivo riguardo a questo blog 🙂
Alla prossima!

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.