Parco Spina Verde: tanta roba in MTB

31/10/2015 (Sabato) – Buona la prima @ Spina Verde (CO).

Era da quasi un anno che avevo il Parco della Spina Verde di Como sul piano di battaglia MTB, finalmente oggi il Team MyTrails parte alla sua scoperta: Davide, Daniele Cube, Daniele Trek, Andrea.

Il Parco Regionale Naturale Spina Verde di Como è un’area veramente grande ed è costellata di percorsi di ogni genere: XC,  trail, trial ed ovviamente AM/Enduro. E’ proprio per questo che, dopo aver parcheggiato con fatica a San Fermo della Battaglia, puntiamo subito al punto panoramico “Pin Umbrela” (quasi coincidente con la cima del Monte Sasso). Tutto inizia da lì…!

4224

La salita è in parte su asfalto e in parte sterrata, a volte con fondo un pò ostico. Tuttavia non è molto lunga, quindi arriviamo in fretta. E’ già tempo di una pausetta.

4225

Dal Pin Umbrela si gode di una fantastica vista panoramica su Como e tutto il circondario.

4226

4230

Daniele Trek mette a repentaglio la salute della sua fotocamera…

4228

… per realizzare l’immancabile autoscatto. Va che soggetti !!!

DSCN4290

Meglio immortalare i mezzi, decisamente più fotogenici. Tra l’altro oggi è anche il debutto ufficiale della mia nuova Enduro 29.

4231

4234

Bando alle ciance, è ora di allestirci per affrontare la prima power discesa. La “Monte Olimpino DH”, che scende appunto a Monte Olimpino.

DSCN4292

In realtà di DH non ha niente (per fortuna!) ma è comunque impegnativa. Il fondo bagnato/fangoso e scivoloso non aiuta per niente, purtroppo.

Ci fermiamo spesso per studiare il percorso e controllare il GPS, in quanto la discesa presenta qualche variante lungo la sua estensione. Senza mai mollare ci porta giù a Monte Olimpino. Ora ci attende una bella salita per tornare su a San Fermo della Battaglia e al Pin Umbrela. Ne approfittiamo per sprecare fiato e parlare della discesa: bella, allestita, studiata …ma da fare asciutta!

In un battibaleno (?) siamo di nuovo al Pin Umbrela. Altro giro, altra sosta. Ora è tempo di imboccare la discesa “A-Line”, che mi hanno raccontato essere più “DH” rispetto all’altra.

Pronti, via. In un piccolo tratto si esce dal bosco e si corre con un bellissimo panorama sullo sfondo. Ecco il Team MyTrails immortalato durante una piega estrema (raga si vede che eravate fermi in posa!!!)

4238

Il primo pezzo scorre via liscio ma compaiono presto i primi saltini… e i saltoni!

Andrea e Daniele Cube non si fanno certo pregare.

DSCN4295

4250

4251

Ne arriva uno bello alto che necessita di uno studio approfondito.

4241

4243

Intanto che la giuria pensa al verdetto, immortalo la mia new entry.

DSCN4298

Niente può fermare i nostri due freeriders…

DSCN4301

DSCN4302

4253

Anche questo è fatto, vai di compilation con slowmotion!

Subito dopo c’è il salto di un piccolo toboga: altro brain storming.

4244

Sembra facile ma non lo è…

DSCN4297

I nostri freeriders non sono convinti, meglio non esagerare per oggi!

DSCN4296

Esattamente qui, il sentiero si divide: dritto si va per la B-Line, la naturale prosecuzione della A-Line. A sinistra invece, più nascosta, continua la A-Line ma sembra essere abbandonata. Decidiamo di proseguire subito sulla B-Line che sembra essere più battuta, e lasciare per dopo il resto della A-Line.

Il sentiero prosegue veloce con altri salti, passaggi vari, e un ripidone/compressione da manuale. Bello bello. Sbuchiamo su una sterrata che dovrebbe riportarci sulla strada asfaltata. Improvviso una deviazione e, per un ripido e breve sentiero dove bisogna spingere, torniamo su al salto del toboga. Prendiamo ora il resto della A-Line che si rivela un flop (ed anche poco battuto). Nessuna struttura, niente di che, bocciato.

Rientriamo all’auto, sopralluogo finito, mtbikers soddisfatti. Molto interessante questo Spina Verde. Indubbiamente permetterebbe lunghe gite XC-Trail, tuttavia con  queste due discese endureggianti ben attrezzate diventa un ambiente davvero completo!

Davide

TRACCIA GPS (16 km e +640m):

Scarica

 

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.