Uscita Avventura al Monte Martica di Varese

26/09/2015 (Sabato) – Il resto della squadra MyTrails è impegnato in una memorabile gita d’alta quota a cui  purtroppo non ho potuto partecipare, così programmo una tranquilla pedalata al Monte Martica.

10:30 sono al solito piazzale di Varese  in via Robarello. Scarico la bici e un ragazzo si avvicina chiedendomi informazioni. Si chiama Alessio e viene da Magenta per scoprire la zona. Decidiamo quindi di salire assieme.

A questo punto Alessio sfodera dal bagagliaio un cavallo di  razza, una bici che non conoscevo: Elk the Clog, una front artigianale in acciaio con impostazioni da enduro ed escursione 160 mm. Che spettacolo!

Saliamo tranquillamente, il povero Alessio un po’ meno, tempestato dalle mie domande sulla bici.

Alessio e Elk Clog
Alessio e Elk Clog

Parlando poi del più e del meno viene fuori che è un frequentatore del blog e conosce la ciurma Mytrails e le sue mirabolanti avventure! Sono veramente sorpreso, la nostra fama è alle stelle! 🙂

Arriviamo molto tranquillamente in vetta, ne approfitto per mostrare ad Alessio il punto panoramico che merita sempre una visita. Pranziamo e firmiamo il diario del Monte Martica,  ci prepariamo a scendere: si ma da dove? Sentiero militare? Miniera? E’ da mesi che non passo di qui, ma nulla dovrebbe essere cambiato…

Iniziamo con il “taglio freeride” i sentieri sono molto più rovinati di come ricordavo. Rocce e pietre smosse, scendiamo lentamente ma ci divertiamo lo stesso.

Superato il Monte Chiusarella ho un’alzata di genio e propongo di scendere direttamente verso Bregazzana. Non ricordo bene la traccia (questo è territorio di Daniele ed Andrea) ma il sentiero è evidente e abbiamo il gps …e via con l’avventura!

A un certo punto ci troviamo a scendere tra la vegetazione chiusa, su un sentiero che nessun frequenta da tempo. Penso che l’ultimo visitatore sia una nostra conoscenza. Proviamo diverse direzioni ma tutte si perdono nel bosco.

IMG_20150926_143523

La trafficata statale della val ganna e poco distante, il rumore delle auto è vicinissimo ma non c’è modo di raggiungerla. La passeggiata MTB ha inizio, torniamo mestamente da dove siamo arrivati,  e proviamo ad andar oltre. A poco a poco la traccia si apre e torniamo alla civiltà. E per fortuna, sono passate le 16:30!

Torniamo alle auto, le  gambe si fanno sentire più per la camminata che per la pedalata. Un peccato che Alessio non abbia potuto sfruttato a dovere la sua bici! Una giornata comunque divertente e in buona compagnia.

Marco