Valle Olona e Pump Track Mendrisio: non solo cross-country

 08/03/2015 (Domenica) – In questa prima  Domenica dal clima primaverile arriva puntuale l’interessante proposta di Davide:  un bel giro XC di una cinquantina di km con tappa al Pump Track di Mendrisio.

Ritrovo ore 10:30  al parcheggio di Torba, nei pressi del monastero. Visto che in montagna  c’è ancora neve,  abbiamo optato  per l’itinerario che da Torba arriva a Mendrisio.  Attraversiamo la Valmorea, poi la valle del Lanza con le sue grotte semi-artificiali  e,  “costeggiando” il binario della vecchia ferrovia che tempo fa collegava Castellanza a Mendrisio, espatriamo in Svizzera.
20150308_122324
da Castellanza a Mendrisio..
20150308_124332
Una delle grotte della valle del Lanza con cascatella in mezzo..
20150308_124236
“c’è nessunooo? “
20150308_115233
…il binario della vecchia ferrovia Valmorea
20150308_115141
…Paolo Villaggio e Renato Pozzetto nel film ” le Comiche” : -)

20150308_120942

Tempo fa Davide aveva già pubblicato in maniera dettagliatissima l’itinerario in ben due articoli (primosecondo)  quindi ora focalizziamoci più sul blasonato Pump track.
Si tratta di un parco aperto a tutti e gratuito nel quale si sviluppa un percorso di circa 300 metri costituito da dossi, dune e paraboliche (artificiali) ideato dal comune di Mendrisio e destinato a chiunque voglia divertirsi con la bici.
20150308_140312
Ore 13.30: Arriviamo affamati al Pump Track e mentre mangiamo un panino notiamo con stupore che due ragazzini con le loro bici ci mostrano come si gira.  Muovono le bici con quella destrezza che pochi hanno. Si vede che per loro il pump track è il pane quotidiano… questi sono proprio bravi!
Per evitare figuracce aspettiamo che se ne vadano :- ) …e lontano da occhi indiscreti proviamo a girare anche noi.
Inizia Daniele con la sua Stingona… primo giro niente male.
20150308_141723
Poi proviamo anche io e Davide, ma ci rendiamo conto che non è poi così semplice.
20150308_14190720150308_141716
L’obiettivo è  quello di seguire la traccia percorrendola solo con gli spostamenti del baricentro e lavorando con la parte superiore del corpo, ma senza pedalare. Lungo il tracciato ti rendi proprio conto di quanto sia importante “pompare” sull’anteriore e bilanciare bene il peso sulla bici.
Passiamo circa un’oretta al Pump track a provare e riprovare… Più si gira e più la tecnica migliora… Più si migliora e più ti piace…
20150308_142314 20150308_142415
20150308_142052
20150308_142126
Verso le 14:30 decidiamo di rientrare: ci aspettano ancora circa 25 km.
Con puntualità svizzera alle 17:00 arriviamo alle macchine dopo aver macinato ben 53 km nelle gambe.Giro sicuramente interessante per le bellezze naturalistiche che il nostro BelPaese non finisce mai di regalarci, da percorrere possibilmente col terreno asciutto e magari in ottima compagnia come abbiamo fatto noi.

Daniele T.

Traccia GPS:

Scarica
Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.