Cambiasca (Verbania): Val Grande MTB

03/01/2015 (Sabato) – Questa è la mia prima uscita del 2015, sarà quindi “leggermente” diversa dalle ultime.
Finalmente, dopo 3 anni che mi invita ai suoi giri, sono riuscito a combinare un’uscita con il mio collega endurista.
Non ho tracce GPS, il mio dispositivo mobile è fuori controllo XD
Posso soltanto dire che questo trail viene curato da Alessandro Botta della Scuola MTB Lago Maggiore, infatti lo abbiamo incontrato sul tracciato.Ci troviamo di mattina a Cambiasca (VB), attediamo l’arrivo di tutti i bikers e alle 10: 00 siamo in sella così inizia il nostro giro.
Devo dire che all’inizio ero un po’ teso. Io, un ragazzo da Martica e Parco Pineta, loro enduristi da Finale Ligure con esperienza e mezzi paura. Dopo un po’ però ci ho preso la mano 😉

La carovana dei 9 ciclisti sale lungo una salita asfaltata, non ricordo i paesi, ero concentrato a rimanere nel gruppo, il ritmo era sostenuto.
Arriviamo all’apice di una scala, ci bardiamo e giù!
Iniziamo bene, scale, passaggi stretti fra muri e freni che lavorano. E pensare che questo sarà solo il “trasferimento” per evitare altro asfalto…
Il percorso entra nel bosco, sali/scendi e passaggi molto tecnici e alcuni esposti… riesco a rimanere comunque al passo degli altri.
Finito il trasferimento ci aspetta un altro tratto su asfalto, raggiungiamo un bar e finalmente facciamo una piccola sosta caffè, qualcuno mangia anche delle lenticchie in un vasetto di vetro 🙂
Ristoro
Da qui parte una rampa di un paio di chilometri che ci porterà in cima al Pizzo D’Omo dove poi inizierà la mia più grande “preoccupazione” di oggi: la discesa!

Almeno la salita è finita...
Almeno la salita è finita…

Ci ri-bardiamo e siamo pronti per scendere, mi infilo nel gruppo e mi butto! Rimango quasi incollato a chi mi precede così da seguire la traiettoria migliore, sento le sospensioni, le braccia e le gambe lavorare di brutto!
Il primo pezzo era simile al Poligono del monte Martica però con gli alberi…
Ci fermiamo nei pressi di un passaggio parecchio difficile: forte pendenza e rocce da copiare, li guardo scendere uno ad uno, corpo tutto indietro e il posteriore che va dove vuole… ultima occhiata a quello che mi aspetta e…
scendo dalla bici, non me la sentivo… mi hanno aspettato e siamo ripartiti.
Ero un po’ giù per questa cosa ma ho continuato a pedalare e cercare di stargli dietro!
Il singletrack continua a snodarsi ripido nel bosco, a tratti molto flow e altri scassatissimi, faceva un casino la Sting… c’è anche del fango in alcuni punti e dei bikers scivolano, zero graffi per fortuna.
Sono quindi ancora in mezzo al gruppo lasciando però distanza, non si sa mai…
Ci fermiamo un attimo per ricompattarci e più di uno mi ha detto che scendo bene e seguo delle belle linee. Spero sia vero!
Mi sono risollevato un attimo! 🙂

Piccola sosta..
Piccola sosta..

Si continua nel bosco, sempre alternando scassato e flow… i leader del gruppo si fermano e ci aspettano per affrontare un ripidone, mi affaccio per guardare e stavo già pensando di scendere ancora dalla bici…
lascio passare ancora tutti per vedere la traiettoria migliore. Mi voglio buttare, culo a filo ruota posteriore, arrivo poco prima delle radici e mollo i freni… in un secondo ero già arrivato dagli altri!
Mi volto verso il ripidone e non ci potevo credere, era quasi una parete verticale e sono riuscito a farla! Come sempre poi, mi è sembrata una “cazzata” 🙂

Ora breve tratto su asfalto, in leggera salita e raggiungiamo l’inizio di un altro singletrack. Qui riesco senza troppi problemi a seguire il gruppo, ero carico ormai… forse così troppo che ho esagerato ad entrare in curva su una roccia e così ho pizzicato la ruota posteriore. Gomma a terra quasi alla fine del giro, eravamo praticamente arrivati.
Nessun problema, pit stop da record e via verso la macchina!
Ultima breve discesa, piccolo drop finale e fine!

La cosa più hard che ho fatto fino a ieri è stata la PS3 di Tavernerio che, messa a confronto con la discesa di oggi, è una pista ciclabile!

Giornatona memorabile, una bellissima compagnia e tanta, tanta soddisfazione (anche stanchezza)! 35 km e 1000 metri di dislivello…
Ringrazio tutti i presenti per il bellissimo giro e per tutti i consigli che mi hanno dato… esperienza da ripetere assolutamente!

Il gruppone!
Il gruppone!

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.