[FAI-DA-TE] Guanti MTB compatibili touchscreen capacitivo

18/01/2015 (Domenica) – Abbiamo comprato uno smartphone di ultima generazione, dotato di ogni sorta di funzione, ci fa anche il caffè! Lo portiamo con noi alla prima uscita e abbiamo un’amara sorpresa: con i guanti da bici a dita lunghe lo schermo non risponde al tocco! Ecco come risolvere il problema.

Anzitutto è bene fare una piccola e superficiale premessa sulla tecnologia degli schermi: fino a qualche anno fa la tecnologia dello schermo (touchscreen) resistitivo era dominante. Questa tecnologia, ormai sorpassata, si basa sulla pressione che noi esercitiamo sullo schermo: toccandolo, facciamo toccare tra di loro due sottili “strati di schermo” posti uno sopra l’altro ma separati. Con la pressione che esercitiamo, essi entrano in contatto e mandano l’impulso. Ecco perchè funziona anche con i guanti.

Oggi, tutti gli smartphone sono dotati di tecnologia dello schermo di tipo capacitivo. Questa tecnologia si basa sulla conduzione elettrica, quindi quando lo schermo viene toccato da un dito o da un qualsiasi altro oggetto conduttivo di elettricità, si crea una variazione nel “campo elettrico” dello schermo che viene letta da dei sensori. Ecco che quindi se proviamo ad utilizzare lo schermo indossando dei guanti (quindi isolati), esso non funzionerà.

Torniamo al problema: abbiamo cambiato cellulare, un pò timorosi e allo stesso tempo fieri lo portiamo con noi in mtb (magari per sfruttarne il gps) e scopriamo che non possiamo utilizzarlo con i guanti. Siamo quindi costretti a togliere i guanti ogni volta, operazione davvero scomoda e fastidiosa, soprattutto se sono sudati. Come fare quindi? Dobbiamo sostituire tutta la collezione di guanti a dita lunghe con i più recenti e costosi modelli che permettono di utilizzare gli smartphone capacitivi? Cavolo ne abbiamo uno per l’estate, uno per la mezza stagione, uno per l’inverno, uno che sta bene con la nostra specialissima, uno che fa pendant con il muletto… sarebbe un’operazione davvero costosa!

Con un pò di ingegno e poca spesa, possiamo optare per una soluzione fai-da-te:

Sul web si trova in vendita un “filo conduttivo“. Il termine inglese è “conductive thread” ed è un filo per cucire che permette la conduttività elettrica. Se lo si cerca su eBay, se ne può acquistare 1 metro per circa 3.50 Euro spedito a casa.

Eccolo qui, appena aperta la busta che ho trovato nella cassetta delle lettere:

Filo conduttivo o conductive thread
Filo conduttivo o conductive thread

A questo punto non resta che armarci di ago e filo (oppure andare dalla relativa nonna/mamma/moglie/fidanzata/vicina di casa) e cucire per bene una “X” o una croce “+” in prossimità delle dita che utilizziamo per gestire il cellulare, tipicamente il pollice e l’indice della mano destra.

Abbondiamo con il filo e accertiamoci che la cucitura “sbuchi” per bene anche all’interno del guanto, in modo tale che ci possa essere conduzione elettrica tra lo schermo e la nostra pelle, attraverso la nuova cucitura conduttiva.

fai-da-te guanti / 02

Un metro di filo è sufficiente per fare 4 polpastrelli, quindi regolatevi!

Ho testato i guanti in foto con diversi cellulari e ho constatato che il funzionamento è perfetto, tanto da riuscire persino a scrivere sms con il pollice, se il cellulare NON è dotato di pellicola protettiva dello schermo. Più il nostro device ha una pellicola proteggi-schermo spessa, meno la modifica funzionerà. Io l’ho provato su un dispositivo Samsung android senza pellicola e funziona divinamente. L’ho provato su un dispositivo Apple iPhone dotato di una normale pellicola proteggi-schermo economica e funziona bene. L’ho infine provato su un telefono Apple iPhone dotato di pellicola schermo privacy, quelle un pò spesse che impediscono la visione laterale dello schermo, e il guanto funziona così-così. Si riescono a scorrere e gestire le mappe ad esempio, ma è impossibile scrivere un sms.

Alla fin della fiera, se proprio siete disperati, potete sempre sfoderare il vostro fidato coltellino svizzero Victorinox  e fare un buco sui polpastrelli dei guanti: non sarà un buchino di pochi millimetri a farvi sentire freddo o a  non proteggevi in caso di caduta, no? 🙂

Davide

 

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Le operazioni illustrate nei tutorial di questo sito sono state realizzate in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di compiere a sua volta tali operazioni lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di compiere le operazioni qui descritte.