Tree Experience Rescaldina: avventura per tutti

02/11/2014 (Domenica) – E’ da tempo che, ogni anno, rispondo al richiamo dell’avventura: la cosa più facile per soddisfarlo è fare una Tree Experience!

Dietro casa, a Rescaldina, immerso nel Bosco del Rugareto, c’è il parco avventura “Tree Experience“.  Quindi mi sono detto: perchè non scattare qualche foto per MyTrails? Ed eccoci qui.

Ritrovo nel primo pomeriggio in Via Nenni a Rescaldina con alcuni storici amici. Al termine della via c’è la casetta di legno del parco Tree Experience.

“Ragazzi, siete già venuti?”  “Hai voglia!!”

“Quindi sapete già come funzioae, ed avete i guanti?”  “Chiaro!!”

“Quale percorso volete fare?”  “Difficile!!”

Eccoci quindi a percorrere il breve sentiero che si addentra nel bosco e ci conduce al Parco. L’addetto ci imbraga e poi, da veri veterani, saltiamo spiegazione e percorso di prova e ci dirigiamo verso la partenza del percorso più difficile, il “Mamba”.

In ogni caso, ce n’è per tutti i gusti, ma il “Mamba” merita davvero!

percorsi parco avventura rescaldina

Saliamo senza indugi la scala a pioli che percorre l’albero e ci porta sulla prima piattaforma a 9 metri di altezza.

le piattaforme viste da sotto; il primo esercizio e sulla destra la scala che conduce "in quota"
le piattaforme viste da sotto; il primo esercizio e sulla destra la scala che conduce “in quota”

La partenza è di quelle a cannone, della serie “se ci ripensi e vuoi scendere, puoi farlo solo ora”. L’esercizio è breve ma sforza equilibrio, braccia, gambe e coraggio. Ci si trova a volteggiare come scimmie in arie. Completato, si procede e aumenta il divertimento.

primo esercizio: completato!
primo esercizio: completato!

Il secondo esercizio è più lungo ma decisamente più semplice.

secondo esercizio
secondo esercizio

Il terzo è un gioco da ragazzi, anzi da funamboli.

equilibristi in erba
equilibristi in erba

Arriva finalmente il momento della prima carrucola! L’imbragatura infatti è dotata di 2 moschettoni, per mettersi in sicurezza durante gli esercizi, e di una carrucola, per superare le funi dedicate.

Carrucola ingaggiata e via, gettarsi nel vuoto!

carrucoliamo?
carrucoliamo?

Ben presto arriva l’esercizio più difficile di tutto il percorso: i piattelli. Qui è tutta questione di braccia e lo sforzo è davvero immane. Anche la partenza non è proprio immediata. Qui infatti mi incarto e, complice l’agitazione di avere sotto un mega capannello di gente che mi incita e mi da consigli, sbaglio più volte la partenza.

i piattelli maledetti
i piattelli maledetti

Finalmente parto bene e prendo il ritmo. A 4 piattelli dalla fine sono a pezzi e non reggo più, scendo mestamente sul cavo e fatti gli ultimi 2 metri camminando da funambolo (la chicken line dei piattelli!). Vabbè, sarà per la prossima volta! In tutte le mie visite, solo una volta sono riuscito a completare l’esercizio (portandomi dietro i postumi per giorni!).

Ora un paio di carrucole, un divertente ponte…

ponte variegato
ponte variegato

…altro carrucolame vario…

1045

…e si arriva al gran finale: una serie di intensi esercizi uno dietro l’altro. Si parte da una scala a pioli da fare appesi con le braccia che vi farà diventare un pò più alti. Poi si passa a degli ondeggiantissimi tronchi dove bisogna sfoderare tutta la propria forza e il proprio equilibrio.

piatto ricco...

più facile a dirsi che a farsi...
più facile a dirsi che a farsi…

1053_2

1056

Uno sguardo intorno a noi, prima del penultimo esercizio:

i piattelli maledetti visti da lontano
i piattelli maledetti visti da lontano
i 9 metri di altezza si vedono tutti
i 9 metri di altezza si vedono tutti

1051

Il penultimo esercizio è molto simile al primo, tuttavia è decisamente più lungo e faticoso. Qui c’è anche una doppia chicken line per chi non ce la fa più: o utilizzare la carrucola (chicken line da me ideata ma non attuata) o camminare sul filo centrale di supporto evitando gli occhielli.

1058_2

Ed eccoci infine sull’ultima piattaforma, pronti a lanciarci sull’ultimo esercizio: una carrucola lunghissima, infinita, di quasi 70 metri.

sulla sinistra la lunga carrucola finale
sulla sinistra la lunga carrucola finale

Qui il mio amico Alberto si lancia senza indugi:

Braccia e spalle doloranti, tanto divertimento e soddisfazione. Sfogare la propria voglia di avventura alla Tree Experience di Rescaldina è un must da ripetere ogni anno, anche più volte. Il divertimento è garantito… sul Mamba, mi raccomando!

Davide

 

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.