Alpe Motta (Madesimo): al cospetto di Nostra Signora d’Europa

19/10/2014 (Domenica) – Pronti per un’altra camminata, questa volta sarà breve, vogliamo solo rilassarci prima di affrontare una lunga settimana lavorativa.
Partiamo “tardi”, verso le 8:00 in direzione Alpe Motta, sopra a Madesimo.
Da Madesimo all’Alpe Motta, negli ultimi tornanti, incrociamo parecchi passaggi diretti per le biciclette. Questa zona deve essere piena zeppa di itinerari interessantissimi, troviamo anche numerosi cartelloni di questo team MadeBike. Moooolto interessante!!

Posteggiamo l’auto in uno degli ampi parcheggi dell’Alpe e prendiamo il sentiero che sale più marcato, visto che non esistono indicazioni.

Alpe Motta (Motta di Sotto)
Alpe Motta (Motta di Sotto 1720m)

Saliamo per una decina di minuti e arriviamo a Motta Alta, volgiamo lo sguardo alla nostra destra e vediamo già a poche centinaia di metri la nostra tappa, ma prima, Anna vuole pucciare la mano come sempre nell’acqua del posto.

"La fontana di Heidi" (così dice Anna)
“La fontana di Heidi” (così dice Anna)

Proseguiamo verso la nostra prima tappa, altri 10 minuti di camminata e arriviamo ai suoi piedi, eccola!
La Madonna d’Europa

Nostra Signora d'Europa
Nostra Signora d’Europa

La statua metallica è alta 13 metri ed è ricoperta di lamina d’oro, pesa 4 tonnellate e funge da Santuario all’aperto.
Rimaniamo lì pochi minuti, abbiamo un’altra tappa. Ci rimettiamo in cammino lasciandoci alle spalle la Vergine delle Vette.
Motta (17)

Torniamo verso Motta Alta, facciamo un breve tratto su asfalto puntando la vegetazione e subito vediamo il piccolo Lago Azzurro. Lo raggiungiamo in pochi minuti, la fame iniziava a farsi sentire ma prima… facciamo il giro del lago, passando fra rocce parecchio scivolose (a momenti finisco in acqua) e passaggi difficoltosi.

Viene chiamato Lago Azzurro per il colore delle acque
Viene chiamato Lago Azzurro per il colore delle sue acque

Motta (26)

Il bagno ci sarebbe stato benissimo, per essere ottobre, oggi fa un bel caldo! Però non credo sia balneabile.

Finita la pausa pranzo torniamo in circa 15 minuti alla macchina, abbiamo la terza ed ultima tappa della giornata da raggiungere.
Mentre tornavamo a Madesimo, Anna mi ha sgridato, perché mi son fatto distrarre dai bellissimi single track della zona!
Credo proprio che l’anno prossimo verrò ancora da queste parti 🙂

In una ventina di minuti arriviamo al Lago di Montespluga, ci sono molti motociclisti. Italiani, francesi e tedeschi, troppa gente! Parcheggiamo davanti alla chiesa e ci fiondiamo verso il lago, parecchio ritirato dall’ultima volta che l’ho visto, peccato!
Motta (36)

Montespluga e il suo lago
Il paese di Montespluga e il suo lago

CI fermiamo qui per un’oretta, faccio in tempo ad addormentarmi!
Alle 15:00 facciamo merenda e ripartiamo! Sono stufo di guidare su strade italiane, quindi passo il confine (Splügenpass) e mi sparo 2 belle ore su strade svizzere ed è stata cosa buona e giusta:
ho finalmente visto una Mercedes SLS AMG, olé! 🙂

Mercedes SLS AMG Roadster
Mercedes SLS AMG Roadster

Sono riuscito a stargli dietro per un bel po’…
il limite era di 80 km/h 😉

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.