Passo del San Gottardo: quando non sai dove andare

19/07/2014 (Sabato) – Oggi MTB a riposo, io e Anna abbiamo bisogno di un urgente cambio d’aria, lontano dalla città e dallo smog.
Le previsioni meteo non sono ottimali infatti fino all’ultimo non sappiamo dove andare. Passata la dogana a Bizzarone ci fermiamo e lanciamo una monetina:
Testa, andiamo dove le previsioni erano migliori (nord-est);
Croce, sfidiamo la RSI Meteo (nord-ovest).
E… croce!!!
Anna inizia a fare le sue facce strane da disapprovazione…
Fissiamo come meta il Passo del San Gottardo, circa 2 ore di auto. Durante il tragitto parecchi nuvoloni minacciosi ci passano sopra la testa quindi… altre facce da parte di Anna.

Arriviamo senza difficoltà al Passo ma ad attenderci troviamo una mega folla di tedeschi, olandesi e francesi. Non ci fermiamo! Proseguiamo un pezzetto verso la diga del  Lucendro e al primo spiazzo libero ci fermiamo, a circa 600 m dalla diga.
La temperatura è perfetta (15°C) e si respira bene finalmente, oooh!
Iniziamo a camminare verso il lago e dopo 5 minuti Anna non sapeva se essere contenta o arrabbiata per i seguenti motivi:
1. Il cielo si stava aprendo e il sole scottava parecchio;
2. Si poteva tranquillamente lasciare l’auto sotto la diga e camminare meno.
…altre facce strane! 🙂

Il primo pezzo tira parecchio, sale sale e ci lasciamo la strada alle spalle

In lontananza la strada che prosegue verso il Canton Uri
In lontananza la strada che prosegue verso il Canton Uri

Finita la salita eccoci sopra alla diga, nulla di ché, siamo abituati ad altro ormai 🙂
Ed ecco il lago di Lucendro

Lago di Lucendro
Lago di Lucendro

Il sentiero ora è quasi tutto in piano e costeggia il lago, largo e bello battuto

Animali nella grotta di Lucendro
Animali nella grotta di Lucendro

Otre agli animali delle grotte incontriamo delle caprette molto fashion con le corna colorate
n (18)

n (17)

Siamo quasi arrivati all’Alpe di Lucendro, manca poco ormai e il sentiero ora inizia a salire e Anna arrabbiata scappa

Alpe di Lucendro (2180m)
Alpe di Lucendro (2200m)
Anna in fuga
Anna in fuga

Sorpassiamo l’alpe e ci fermiamo poco più sopra per poter ammirare al meglio tutto il lago e le montagne che lo circondano

Lago di Lucendro
Lago di Lucendro

n (20)

Dopo un’ora di pausa siamo pronti per il rientro ma prima… una mini battaglia a palle di neve!
n (29)

Arriviamo svelti alla macchina (siamo proprio forti in discesa) e sperando che la folla sia sparita ci dirigiamo verso il Passo del San Gottardo. Niente da fare ancora più gente, ci fermiamo per qualche scatto e per salutare le nuove amiche di Anna.

Triumph TR6 e Shelby Cobra 427, Anna osserva la TR6 come se fosse sua!
Triumph TR6 e Shelby Cobra 427, Anna osserva la TR6 come se fosse sua!
Ma ciaaao!
Ma ciaaao!

La giornata purtroppo volge al termine, sarei rimasto lì volentieri per evitare i 30°C di Mozzate…uff!
Al più presto un’altra gita rigenerante e RINFRESCANTE, qualcuno sa a cosa mi riferisco 😉

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.