Passo della Novena (CH): ottima location per recuperare le energie

22/09/2013 (Domenica) – Svariate settimane fa ho promesso alla  mia compagna che l’avrei portata a fare una bella gita in montagna, finalmente dopo milioni di Domeniche impegnate o con meteo sfavorevole siamo riusciti nell’impresa 🙂

Partenza prevista per le 8.15, non prestissimo, ci vogliono “solo” un paio d’ore per raggiungere il posto. Dogana di Bizzarone, si prende l’autostrada E35 e si esce ad Airolo e poi dopo una salita di circa 7 km (Allacqua – Arrivo) dove la povera Opel Meriva arrancava, ecco la meta!

Scendiamo dall’auto e decidiamo di fare due passi vicino al ristorante Novena, per sgranchire le gambe, fare le foto con un san bernardo e prendere un po’ di fresco (6°C), si respirava e si stava davvero bene! Fosse sempre così anche da noi… Decidiamo poi di scendere un pezzo con la macchina percorrendo la Nufenestrasse fino all’inizio del sentiero che porta al lago di Griessee, si può fare tranquillamente con le scarpe da ginnastica secondo me perché è tutto asfaltato fino all’impianto eolico più alto d’Europa (2465m), da lì inizia un piccolo tratto un po’ sconnesso con delle rocce ma è molto easy.

Spettacolare la vista sul lago, il colore dell’acqua è un azzurrino/verde chiarissimo, sarà congelata visto che arriva direttamente dal ghiacciaio di Gries. Decidiamo di fermarci lì, troppo bello per proseguire 😉 Una pace assoluta, tanto che dopo aver mangiato come a Natale mi sono addormentato e Anna si è messa a fare Yoga…

Alle 15.00 a malincuore ci avviamo verso l’auto per tornare al Passo della Novena. Ho notato parecchi singletrack e molti bikers impegnati ad affrontare tratti non molto semplici e tutti con delle MTB full, eh eh! Salite e discese impegnative, non male però 😉 Arriviamo ancora al parcheggio del passo, salutiamo il san bernardo, ultime foto e via verso casa. Peccato…

Qualche scatto:

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.