Ciaspolata a Bosco Gurin (da 1504 m a 1907 m)

25/03/2018 (Domenica) – Finalmente è prevista una bella giornata di sole in Canton Ticino e il pericolo valanghe è minimo.
La neve quest’anno non manca, prepariamo ciaspole e racchette per una tranquilla passeggiata immersi nella neve.
Scegliamo Bosco Gurin (Vallemaggia) come meta, conosciamo questo piccolo comune perché molto spesso durante la meteo svizzera sul canale RSI1 mostrano la webcam.
E’ il comune più alto del cantone e conta 55 abitanti… tranquillo quindi! 🙂

La strada è lunga e abbastanza noiosa, fino a Cevio tutto liscio poi la strada si fa strettina.

Lasciamo l’auto nel primo parcheggio che troviamo, proprio prima del centro abitato, scelta giusta visto che il parcheggio delle piste da sci era strapieno, ci sono più turisti che abitanti.

Ciaspole ai piedi e iniziamo finalmente a camminare.
Si procede sulla pista da fondo, la neve è ben battuta, diciamo che potevamo anche venire solo con gli scarponi…
Dalla seggiovia si va verso sinistra e si segue la pista, molto semplice, impossibile sbagliare.
E’ un “sentiero” ufficiale segnalato con il numero 953

La botta di ieri in MTB e il mese di stop si fanno sentire, siamo un po’ lenti oggi. Ma tanto non ci corre dietro nessuno e in più col cambio dell’ora abbiamo più luce anche di sera!
Approfitto della lentezza per fare qualche foto al poco panorama che c’è… si, sono un pochino deluso, speravo fosse meglio, ma l’importante è respirare aria fresca e camminare all’aperto!

Dopo circa un’ora e mezza arriviamo al cartello che indica la pista nera da sci, ci voltiamo a sinistra e vediamo delle baite non molto distanti.
La pendenza aumenta parecchio, le ciaspole col loro piccoli ramponi ci aiutano molto.
Con non poca fatica arriviamo sotto alla Capanna Grossalp (1907 m) ma che per “problemi tecnici” non abbiamo raggiunto.
Ci siamo accampati dietro una piccola casetta, quello che si vedeva, e abbiamo pranzato.

Capanna Grossalp

Il sole picchiava da matti, non riuscivamo a tenere gli occhi aperti dalla luce che c’era, davvero una bellissima giornata!

Dopo un’ora inizia ad alzarsi un bel venticello, che pizza!
Iniziamo quindi a scendere… questa è la parte più bella della gita, tagliamo ogni tornante scivolando col sedere, si prendeva una bella velocità! Ci siamo divertiti un sacco e abbiamo risparmiato un sacco di tempo 🙂

Anna distrutta dalla scivolata

TRACCIA GPS:

Scarica

E’ stata una giornata rilassante e divertente, il panorama non era granché ma la neve rende tutto più bello.
D’estate non so se vale la pena fare tutta quella strada,
si potrebbe provare però, per toglierci ogni dubbio 😉

Daniele