Livigno (Mottolino Bike Park): Downhiller per un giorno

18/06/2017 (Domenica) – L’anno scorso solo Andrea e Davide del team Mytrails hanno avuto il piacere di provare le fantastiche piste del bike park Mottolino. Finalmente, dopo un anno di attesa potrò partecipare anche io e provare per la prima volta una MTB da downhill.

Il ritrovo è fissato alle 8:30 da Dr.Rent dove noleggeremo le nostre bici da DH.
Io me la farò in giornata, Davide e Andrea sono già in paese dal giorno prima, così da essere al 100% per dare tutto in discesa.
Alle 4:30 sono in auto, ovviamente non trovo nessuno in strada e alle 7:45 sono già a fare benzina a Livigno. Raggiungo il parcheggio del Mottolino e vedo già un sacco di persone accampate nel piazzale, nonostante il cartello “no camping”.
La giornata è perfetta, ci sono 13°C e non si vede una nuvola, non vedo l’ora di iniziare! 🙂

Arrivano i “ritardatari”, molliamo le donne ad una giornata di shopping e noi ci fiondiamo da Dr.Rent.
Abbiamo prenotato le MTB tramite mottolinogo , davvero comodo.
Si ha la possibilità di scegliere fra varie tipologie di noleggio:
Noleggio e-bike: € 50,00

All-inclusive bike standard ridotto (fino a 11 anni): noleggio bici dh junior, bikepass per utilizzare l’impianto di risalita, casco, protezioni complete e accompagnamento istruttore —> € 79,00

All-inclusive bike standard adulti e ragazzi (da 12 anni): noleggio bici dh standard, bikepass per utilizzare l’impianto di risalita, casco, protezioni complete e accompagnamento istruttore –> € 94,00

All-inclusive bike exclusive adulti e ragazzi (da 12 anni): noleggio bici dh exclusive, bikepass per utilizzare l’impianto di risalita, casco, protezioni complete e accompagnamento istruttore —> € 114,00

All-inclusive Super exclusive adulti e ragazzi (da 12 anni): noleggio bici DH della madonna tutto compreso —> € 127,00

Noi abbiamo optato per la “exclusive”, forse già troppo per noi 🙂
Scegliendo tutti e 3 la Scott Gambler 710, un bel mezzo paura!

Abbiamo a disposizione ginocchiere e gomitiere di alta qualità IXS, volendo anche para-schiena e casco.
Ritiriamo le MTB e lasciamo 10 € a testa per un’assicurazione sulle bici, con quello che costano almeno copriamo danni fino a 300 € (se non ricordo male).
Ci viene consegnato anche uno scontrino che servirà per ritirare il bikepass alla cassa degli impianti, al piano superiore.

Prima facciamo un giro in officina per farci installare i nostri pedali, molto cortesi e preparati. Sono tutti ragazzi giovani si respira un clima sportivo e quasi familiare.

L’impianto di risalita ci porta da 1800 m fino a 2400 m. Non si sa come ma riusciamo ad entrare in 3 nella cabina.
Usciamo e sulla sinistra c’è una specie di banchetto con tutti gli attrezzi per poter eseguire un veloce setup della bici.
Regoliamo leve dei freni, inclinazione sella e siamo pronti!

Affronteremo la prima discesa con calma, dobbiamo scaldarci e io non conosco nessuna delle piste.
Iniziamo con la “Flow Line” che poi diventa “First Ever”, bella larga con paraboliche e doppi, che presi ad alta velocità ti sparano in orbita. E’ tutto pulito, pettinato senza un sassolino. Pazzesco!
C’è una Jump area e 4 bei drop, il primo molto tranquillo poi si va a salire, fino al più alto che a vederlo da sotto fa un po’ paura!
Si continua ancora su un bel tratto flow e dopo 2 beli saltoni si entra nel bosco, qui si balla un po’ di più ma avendo sotto 200 mm di escursione si galleggia sopra gli ostacoli senza accorgersene.
I freni di queste DH sono impressionanti, pronti subito e non soffrono nelle lunghe frenate (io ne ho fatte parecchie).
Segue l’area “North Shore”, passerelle sottili e poi ampie, per tutti i gusti, sembra di essere sulle montagne russe!
Si esce poi dal bosco e si arriva agli impianti, dove c’è il materassone!
Andrea ci si fionda dentro senza esitare, Davide lo segue a ruota… io guardo!

Andrea volante

Riprendiamo subito la telecabina senza perdere tempo e in 10 minuti siamo di nuovo su.
Ora proveremo la “EAS 23”, l’inizio è simile alla precedente ma la parte nel bosco è migliore, meno ostacoli e più salti 😉

Rifacciamo questi 2 trail insieme per 6 volte… Andrea si ferma per un paio di giri a causa di un “piccolo” infortunio da materassone (nulla di grave), io invece ne salto una per problemi digestivi (Redbull del cavolo!). Davide invece non lo ferma nessuno e si fa in totale 8 discese. Compresa la “Stoner” che non è piaciuta.
Abbiamo buttato anche un occhio da lontano sulla “Sic 58” e per noi non è cosa… no!
Ecco i video delle 2 discese:

Sui tracciati qualsiasi tipo di biker:
dal tedeschino col frontino al ragazzo coi capelli lunghi verdi e tanto manico!
C’erano anche alcune ragazze da DH, che sicuramente viaggiano come o più di noi!
E’ adatto a tutti insomma, non ci si può annoiare!
Inoltre ci sono i fotografi nei punti più belli e volendo a fine giornata di possono ritirare attraverso CD o email! Organizzatissimi!
Ecco alcuni scatti:

A fine giornata eravamo belli cotti. Io appena ritirate le foto mi son cambiato al volo e son partito. Fortunatamente trovando poco traffico e alle 21:30 ero a casa.
Davide e Andrea hanno cenato con calma in paese, anche il loro programma non era affatto male!
In giornata volendo si fa! 😉

TRACCIA GPS (by Davide):

Distanza totale: 54.69 km
Altitudine massima: 2407 m
Altitudine minima: 1822 m
Tempo totale: 07:56:01
Scarica

Se avete l’occasione, non perdetela! Fatevi una bella “raidata” nel paradiso della mountain bike!

Daniele

Attenzione - Scarico di Responsabilità:
Gli itinerari illustrati in questo sito sono stati percorsi in prima persona dagli autori degli articoli e le relative descrizioni sono frutto di libere considerazioni personali.
Chi decide di percorrere tali itinerari lo fa a proprio rischio e pericolo.
La Gestione del sito www.MyTrails.it declina qualsiasi forma di responsabilità nei confronti di coloro che, in base a proprie libere valutazioni, decidano di percorrere gli itinerari qui descritti, anche se in possesso delle cartine o delle tracce GPS da noi elaborate e/o presenti in rete.